logo
Regolamenti biglietti treno

Regolamenti trasporto ferroviario

Con questo articolo cercheremo di fare luce sulla questione, fornendovi un quadro sulla situazione normativa attuale.


Normativa nazionale

A seguito del D.M. 5/8/2016 sono cessate le competenze del decreto del Presidente della Repubblica 11° Luglio 1980 n°753, come ampiamente dettagliato qui. Le normative che regolano le condizioni di trasporto sono state delegate all'operatore ferroviario e guidate dalla normativa europea.

In sintesi a stabilire se un biglietto è nominativo o no è determinato dalle condizioni di trasporto e dai regolamenti dell'operatore Ferroviario, di conseguenza possono valere condizioni diverse, a seconda che si parli di un biglietto Italotreno o di un biglietto Trenitalia. Per questo motivo bisogna differenziare le due casisitiche.

Italotreno

I biglietti sono nominativi e non è possibile viaggiare con un biglietto intestato ad un'altra persona. Tuttavia per i biglietti Italotreno è consentito il cambio nominativo fino a tre minuti prima dell'orario di partenza.

Trenitalia

Le condizioni di vendita in questo caso variano a seconda che si tratti di trasporto Nazionale, Regionale o Internazionale. Tratteremo per brevità e perchè il caso di maggior interesse, soltanto la normativa che regola il trasporto Nazionale, quindi: Frecciarossa, Frecciargento e tutti i treni che rimangono all'interno dei confini Italiani ma che non sono Regionali.

I biglietti Nazionali Trenitalia non sono in genere nominativi.

Bisogna però precisare che, nel caso in cui siano stati acquistati con delle offerte particolari per le quali il viaggiatore deve soddisfare dei requisti (ad esempio avere meno di 30 anni-Cartafreccia Young o più di 60 anni-Cartafreccia Senior), questi saranno utilizzabili soltanto da chi è in possesso di tali requisiti.

Trovaunposto vieta la vendita di tali tipologie di biglietti.

Le complete condizioni di trasporto Trenitalia sono consultabili al seguente link.